Prosa

 

Il fuscello

fuscello 

 

        Le piogge erano state abbondanti e

il fiume aveva straripato.

        Il ricordo della casetta bianca era vivo nella mia mente.

        Nei dintorni si era formato un fossato dove viveva un papiro e l’acqua era così        

        abbondante che il  fuscello diventava ogni giorno più verde.

        I merli dirigevano come maestri d’orchestra il concerto intonato dal vento.

        Il fuscello sottile, elastico partecipava alla danza della vita senza fatica e le             

        rane saltellavano allegre.

        Lasciava scorrere gli eventi senza prendere decisioni.

        Non sempre è necessario.

          Imma Todisco

2 risposte a Prosa

  1. Hi, just wanted to say, I loved this article.
    It was funny. Keep on posting!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>