Favole

L’ALBERO

 

L’albero stava nel suo giardino con le fronde spezzate dal vento.
Si era assopito:  il temporale lo aveva straziato e lui, spettatore cosciente, viveva il momento.
Tuoni, fulmini, pioggia mista a neve lo travolgevano senza che potesse apparentemente scegliere.  Nel paese c’era la partita di calcio e il fragore degli applausi che veniva dal campetto lo risvegliarono.  Vide i ragazzi che giocavano impegnati, le gambe brune lanciavano il pallone.
Il sole alto nel cielo baciava le vecchie case.
La verità delle sensazioni gli ridiede calore, energia perché ciò che è vero ci risveglia alla vita, ci fa agire e rende felici.
Tutto si risolve. 
E dopo l’illuminazione della vita e il suo profumo, la serenità che ne consegue ti abbracciano.
La tempesta era ormai un ricordo.
Le fronde ora brillavano.
Le ferite si erano rimarginate.

Imma Todisco

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>